Mutui-prestiti-online.it

PRESTITI SENZA GARANZIE

Ottenere prestiti senza garanzie è davvero difficile, ma in alcuni casi è possibile. Normalmente infatti, quando ci si rivolge ad un ente finanziario per un prestito, bisogna seguire un iter che nella maggior parte dei casi accomuna tutte le tipologie di finanziamento o prestito, appunto. Oltre alla documentazione personale, come ad esempio carta d'identità o codice fiscale, vengono richieste delle garanzie che permettono alla banca di tutelarsi.

- Cosa si intende per prestiti senza garanzie?

Come prestiti senza garanzie si intendono quei prestiti che non necessitano di tutti quei documenti che possono attestare un reddito fisso e sicuro, in grado di dimostrare all'istituto di credito che erogherà il denaro, che il soggetto richiedente sarà in grado di poter pagare i rimborsi rateali fino all'estinzione del debito. Sono considerati documenti attendibili il cedolino della pensione, se il cliente è un pensionato, oppure una busta paga per i lavoratori dipendenti, il modello Cup, il modello Unico, se si tratta di lavoratori autonomi, ma anche i pagamenti delle bollette delle utenze domestiche possono essere utili come garanzia in determinati casi. Qualora non fosse sufficiente questa tipologia di documentazione, l'istituto di credito potrà richiedere anche la presenza della firma di una terza persona che faccia da garante mettendo a disposizione il proprio reddito o proprietà, oppure avvalersi di un'ipoteca sull'immobile dell'intestatario del prestito. Tutto questo iter avrà certamente esito positivo se poi si aggiunge un'ottima posizione creditizia e nessuna segnalazione presso la banca dati CRIF.

- Solo chi ha determinate garanzie può ottenere un prestito?

Non sempre le persone che necessitano di un prestito possiedono questi requisiti. Possono essere disoccupati senza stipendio, quindi, oppure giovani e per logica non pensionati, oppure oltre a questi fattori, potrebbero non possedere alcun immobile o proprietà e non avere a disposizione alcun garante su cui fare affidamento. Inoltre potrebbe anche esserci un'iscrizione al centro segnalazioni cattivi pagatori o pignorati. In casi così difficili, purtroppo sempre più frequenti, dove ogni possibilità di attestare un reddito è ridotta a zero, ottenere un prestito senza garanzie diventa davvero difficoltoso. L'unica possibilità per questi soggetti per un prestito senza garanzie, si può trovare in ambito privato, e va subito detto che non si tratta di ottenere liquidità, ma merce, e parliamo delle opportunità che i negozi o le catene della grande distribuzione ultimamente propongono. In tantissimi settori, dall'alimentare all'elettronica, per citare i più comuni, ed esempio, vengono suggeriti pagamenti rateali sugli acquisti. Certo questo accade per vendite di piccole entità, con importi bassi per minimizzare il fattore rischio, ma vanno considerati come piccoli prestiti senza garanzie in quanto vengono rateizzati per concedere il bene al cliente senza richiedere busta paga o similari. L'opportunità ed il vantaggio quindi è di poter avere la merce di cui si ha bisogno subito, pagandola poco alla volta. Il rapporto viene gestito dal negoziante ed il cliente non dovrà passare presso nessun istituto di credito. Oltre a questa possibilità, seppur minima, ma reale, per chi non può produrre garanzie di alcun tipo, ma ha necessità di importi più considerevoli, per finalità però ben precise, tra i prestiti senza garanzie si potrebbero considerare il "Prestito d'onore" che viene concesso dopo aver valutato se esistono i requisiti, nei casi di avviamento di nuove imprese per lo sviluppo territoriale, oppure il "Prestito fiduciario per studenti", o talvolta, i "Prestiti Cambializzati", dove la garanzia può essere la cambiale stessa.

Prestiti senza garanzie aggiornato il 12 Aprile 2017


Vai alla home:Mutui Prestiti Online

prestiti senza garanzie